Incastrato

Un uomo di 48 anni si presenta con dolore ingravescente all'addome superiore, cominciato una settimana prima, e riferisce la comparsa di colorazione giallastra delle sclere ed emissione intermittente di urine scure negli ultimi 2 mesi.

A un'anamnesi più approfondita non risulta che il paziente abbia avuto episodi simili in passato, e non vengono segnalate altre malattie di interesse medico o chirurgico. Tuttavia, confessa di aver cercato cure mediche solo tardivamente, per il timore di 'avere qualche malattia grave'.

Non ha mai fumato, e beve solo in contesti sociali.
Non c'è storia di promiscuità sessuale, trasfusioni ematiche, o abuso di droghe per endovena.

Un esame emocromocitometrico completo è significativo solo per una leucocitosi di 11,000/mm3. Il profilo renale è nella norma, così come i livelli sierici di amilasi e lipasi.

Seleziona le Indagini Appropriate
Profilo epatico

Eseguito

AST: 208 UI/L (10 - 34)
ALT: 142 UI/L (10 - 40)
Fosfatasi Alcalina: 612 UI/L (44 - 147)
Bilirubina Totale: 10.1 mg/dL (0.3 - 1.9)
Bilirubina Diretta: 8.3 mg/dL (0 - 0.3)
INR: 1.1 (0.9 - 1.1)
Rx dell'addome

Eseguito

Il radiogramma diretto dell'addome appare completamente normale
Ecografia dell'addome

Eseguito

La colecisti è contratta, con calcoli multipli. Il dotto epatico comune e la porzione prossimale delle vie biliari sono dilatati, ma il dotto biliare comune presenta un diametro normale. Non c'è pneumobilia, e fegato e pancreas appaiono normali.
CPRM

Eseguito

Ci sono numerosi calcoli biliari incuneati nella tasca di Hartmann e nel dotto cistico, che sembrano comprimere il dotto epatico comune. Si osserva la dilatazione del dotto epatico e delle vie biliari intraepatiche. Non c'è evidenza di tratti fistolosi colecisto-biliari o colecisto-enterici.

Seleziona i Trattamenti Appropriati
CPRE con posizionamento di Stent
Colecistectomia
Colestiramina
Acido Ursodeossicolico