Ingannevole

Una donna di 55 anni con diabete mellito di tipo 2 si presenta per un controllo di routine. Alla visita consegna le analisi del HbA1c, che riportano un valore del 9.5%.

La patologia è stata diagnosticata 5 anni fa, ed inizialmente trattata con ipoglicemizzanti orali. Tuttavia il suo controllo glicemico è peggiorato col tempo, e da 6 mesi è passata alla terapia con insulina. È inoltre in trattamento con atorvastatina e captopril a basse dosi.

Durante l'esame clinico, la paziente casualmente riferisce di non riuscire più ad indossare la fede nuziale, in quanto 'troppo stretta'. In seguito a successive domande che nell'ultimo anno la sua misura di scarpe è cresciuta di un numero.

Non c'è storia di cefalea o disturbi visivi. L'anamnesi chirurgica è significativa solamente per decompressione del tunnel carpale destro, risalente a 4 mesi fa.

Non fuma e ha praticamente smesso di consumare alcolici dall'inizio della terapia insulinica. Afferma con insistenza di essere rigorosamente aderente alla dieta diabetica, benché non faccia molta attività fisica.

Seleziona le Indagini Appropriate
IGF-1 sierica

Eseguito

Insulin-like growth factor 1 sierico (IGF-1): 38 ng/mL (45 - 173)
Test di Soppressione del GH

Eseguito

2 ore dopo carico orale di glucosio (75g):
Ormone della crescita (GH): 0.6 ng/mL (normale: <1)
RM Encefalo

Eseguito

L'RM dell'encefalo appare completamente normale.
Glicemia Plasmatica

Eseguito

La glicemia plasmatica è di 130 mg/dL (normale: <100).

Seleziona i Trattamenti Appropriati
Esercizio Fisico
Cabergolina
Chirurgia transfenoidale
Octreotide