Rigida

Una donna di 35 anni si presenta con mal di schiena intermittente e rigidità lombare presenti ormai da 10 anni, progrediti con il tempo fino ad essere divenuti ora debilitanti; la condizione le impedisce di svolgere anche le sue faccende domestiche quotidiane.

I sintomi sono peggiori al mattino; all'inizio si risolvevano nell'arco di qualche ora, ma adesso sono divenuti persistenti.

Per ragioni economiche, non si è mai rivolta ad un medico, preferendo automedicarsi con analgesici da banco.

La sua storia medica non è per il resto significativa. Non c'è storia di traumi.

Seleziona le Indagini Appropriate
Fattore reumatoide

Eseguito

Il dosaggio del fattore reumatoide risulta negativo.
VES e PCR

Eseguito

VES: 38 mm/1h (<20)
PCR: 4 mg/dL (0-1,0 mg/dL)
Radiografia bilaterale delle articolazioni sacroiliache

Eseguito

È presente una sacroileite di 2° grado in entrambe le articolazioni.
Radiografia della colonna toraco-lombare

Eseguito

È presente squadratura delle vertebre, formazione di sindesmofiti e ossificazione dei legamenti spinali (colonna a canna di bambù).

Seleziona i Trattamenti Appropriati
Fisioterapia
FANS
Sulfasalazina
Farmaci anti-TNF